Nazareno
Il 26-27 agosto 2019 i ragazzi della «Casa volante» insieme ai tutor di «Еmmaus» hanno visitato la cooperativa sociale San Nazareno. La visita è durata due giorni.
La Cooperativa Sociale Nazareno aiuta minorenni, persone con disabilità fisiche o mentali a integrarsi
nella società. Da 29 anni, lì insegnano a lavorare, costruendo un rapporto di reciproca assistenza e solidarietà. La cooperativa insegna la lavorazione del legno, il cucito, la produzione di ceramica e il giardinaggio. Inoltre i partecipanti vengono aiutati a fare esperienza e ad esprimere la loro condizione di fragilità e vulnerabilità attraverso l'arte: teatro, danza, musica.

Le attività della cooperativa sono iniziate nel 1990 nella piccola città di Carpi. All'inizio le persone erano 20. Ora sono circa 540 persone in 5 città (Bologna, Sorbara, Ponticelli, Maranello e Paullo).

Il loro obiettivo è diffondere una cultura di accoglienza e integrazione. Dal 1999, Nazareno ospita il Festival internazionale dell'artigianato. Nel 1993 è stata creata la Bottega del Cuoio, il primo negozio che vende prodotti realizzati da ragazzi con disabilità.

Grazie a Nazareno i ragazzi della «Casa volante» hanno conosciuto i partecipanti a quattro progetti simili tra loro. Il primo, la Casa Santa Teresa del Bambin Gesù, è stata aperta nel 2001. Gli altri tre progetti riguardano la Casa Sant'Ermanno, nata nel 2011 e che comprende tre appartamenti dove vivono adulti con disabilità. I collaboratori di «Еmmaus» sono rimasti colpiti da come gli ospiti delle case si sentano a loro agio, Nazareno è diventato un luogo in cui ciascuno di loro può vivere qualcosa di unico.